Friedrich Dürrenmatt – Il grande banchetto

Dal 2 novembre 2019 al 2 agosto 2020  

festin
Graphica : onlab.ch

Lonza di vitello brasata, Château Margaux del 1914, uova ripiene o agnello allo spiedo farcito con salsicce di Strasburgo, allodole arrostite e animelle di vitelli prematuri. In Friedrich Dürrenmatt il cibo è onnipresente: nelle pièce, nelle caricature, nei ritratti e nei romanzi.
In «La panne», un banchetto accompagna un gioco di ruolo che assume la forma di un processo; i protagonisti de «I fisici» pensano al menù del giorno anche se uno di loro ha appena commesso un assassinio; in «La salsiccia» un uomo è accusato di aver trasformato la moglie in insaccati; in «Il giudice e il suo boia» uno dei personaggi realizza di essere caduto in trappola durante una cena sontuosa… Cariche di umorismo e di grottesco, queste scene di pasto sono anche legate a temi come la giustizia, la religione o il cannibalismo.

Un critico teatrale riteneva (a torto o a ragione) che «l’autore sembra epicureo come i suoi testi». La profusione di banchetti orgiastici, piatti raffinati e bottiglie millesimate suggerisce effettivamente che Dürrenmatt fosse un buongustaio. Il suo amore per il vino ha anche contribuito a costruire l’immagine di una personalità edonistica: si dice che nella sua cantina possedesse i Grand Cru serviti nell’opera «La panne».

La mostra presenta opere di Dürrenmatt (tra cui delle caricature sul vino svizzero, che considerava mediocre) e di altri artisti che hanno «digerito» le sue opere per adattarle, come i drammaturghi che hanno messo in scena le sue pièce, i cineasti che hanno adattato i suoi testi e gli artisti figurativi che hanno dato forma al suo universo gastronomico.

Su iniziativa del CDN, la cineasta neocastellana Orane Burri ha realizzato un cortometraggio con Raphaël Tschudi che racconta il gargantuesco banchetto di un re. Dominique Kähler Schweizer (alias Madame Tricot) ha invece realizzato per l’occasione un’installazione del banchetto di «La panne».

 

Pubblicazione

Programma delle manifestazioni (in francese)

Vernissage de l’exposition « Friedrich Dürrenmatt – Le grand festin »

Samedi 2 novembre 2019 à 17h.
Allocutions de Thomas Facchinetti, Madeleine Betschart, et Duc-Hanh Luong. Première du court-métrage « Le festin de Bockelson » d’Orane Burri, avec Raphaël Tschudi. Entrée libre

Salon Dürrenmatt – Cannibalismes

Dimanche 17 novembre 2019 à 18h.
Avec Mondher Kilani, Pierre Bühler, François Loeb et Duc-Hanh Luong. Précédé à 17h d’une visite guidée et d’une lecture par Claude Darbellay

Au Théâtre du Passage : rencontre avec Madeleine Betschart, responsable du CDN.

Dimanche 24 novembre 2019 vers 18h15.
A l’issue du récital « Minotaure » de Friedrich Dürrenmatt, au Théâtre du Passage, Pass. Max-de-Meuron 4, Neuchâtel

Lundis des Mots – Poésie & Gastronomie

Lundi 17 février 2020 à 18h30.
Performance par Alexandre Caldara et Claude Froté. Précédé d’une visite guidée.

Visite guidée, théâtre et séminaire

Dimanche 8 mars 2020 à 18h.
Visite guidée de l’exposition, courte pièce « Le Saucissonnage du monde », buffet inspiré d’œuvres de Dürrenmatt.

Finissage de l’exposition « Friedrich Dürrenmatt – Le grand festin »

Dimanche 22 mars 2020 à 13h30. REPORTÉ
Repas inspiré d’œuvres de Dürrenmatt, visite guidée de l’exposition, micro-pièce « Le Saucissonnage du monde ».
https://www.cdn.ch/content/cdn/it/home/visitare/mostre/tutte-le-mostre/mostre-2019/grand-festin.html